Spesso non si da la giusta attenzione al momento della scelta e si dedica poco tempo e attenzione alla scelta del modello migliore per la propria cucina, guardando più all’estetica e al design che all’efficienza.

Ma in cucina la cappa è fondamentale perché purifica l’aria attraverso l’eliminazione dei vapori, delle particelle di grasso e degli odori che si producono durante la cottura dei cibi, garantendo un ambiente completamente privo di sostanze inquinanti.

La cappa aiuta anche a preservare più a lungo i mobili della cucina ed evita che vi siano depositi di vapore che potrebbero poi rovinare la cucina.

Si devono prima di tutto prendere in considerazione alcuni aspetti, come le caratteristiche dell’ambiente in cui andrà installata o altri fattori, come le abitudini della famiglia:

  • dimensioni della cucina;
  • tipo di cucina;
  • presenza della canna fumaria;
  • le abitudini della famiglia.

Prima cosa è importante scegliere un modello con una potenza di aspirazione e portata d’aria adeguate alle dimensioni del locale.

Poi bisogna anche tenere conto di diversi fattori quali dimensioni e rumorosità. 

Le dimensioni in larghezza della cappa devono essere uguali o maggiori a quelli del piano cottura e la rumorosità deve essere compresa tra 50 e 70 decibel.

La cappa ormai è diventata a tutti gli effetti un elemento di design e si divide principalmente in due categorie: quella aspirante o quella filtrante.

Ecco una semplice guida su come scegliere la cappa della cucina senza trascurare nessun dettaglio.

CAPPA ASPIRANTE

Tutti modelli sono aspiranti, ma solo alcuni posseggono la funzione filtrante: tienilo a mente quando devi scegliere la cappa della cucina.

La cappa aspirante richiede l’installazione di una tubazione che comunica con l’esterno.

Solitamente posizionata al di sopra del piano di cottura, questo tipo di cappa aspira l’aria grazie all’azione di un ventilatore elettrico posto al suo interno.

L’aria aspirata, satura di vapori e di odori, passa attraverso un sistema di filtri antigrasso che la purifica.

Questo modello di cappa è il più efficace, tuttavia richiede un intervento importante per l’installazione della canna fumaria e questo non è sempre permesso, soprattutto negli edifici condominiali.

CAPPA FILTRANTE

Quando non è possibile l’installazione di una canna fumaria, si ricorre a una cappa filtrante, provvista di appositi filtri che puliscono i fumi aspirati e li rimettono nell’ambiente puliti.

Questa tecnologia permette di aspirare l’aria della cucina, depurandola da odori e grassi attraverso degli appositi filtri e preleva, filtra e purifica l’aria così da trattenere gli odori, i fumi e i grassi che si sprigionano in cucina durante la preparazione dei pasti restituiendo aria pulita all’ambiente.

Questo tipo di cappa ha bisogno di una manutenzione più frequente per controllare che i filtri siano sempre puliti e in caso contrario sostituirli e l’aria aspirata non viene espulsa del tutto dalla stanza, ma viene depurata e reimmessa in circolazione.

CAPPA A SCOMPARSA

La cappa a scomparsa nata per soddisfare le esigenze di spazio, prestazioni elevate e stile; risale dal top della cucina solo quando serve per scomparire discreta dopo l’utilizzo.

Questo tipo di cappe si integra nel piano cottura per evitare una cappa in vista e optare per una cucina minimal e visivamente libera da ingombri.

CAPPA DA INCASSO E SOTTOPENSILE

Le cappe sottopensile, poste direttamente sopra ai fuochi, sono funzionali e si integrano perfettamente con la cucina con il loro design discreto e ultrapiatto.

Una cappa da cucina senza canna fumaria è dotata di due tipi di filtri, che si attivano automaticamente e lavorano in maniera sinergica. I filtri a carboni attivi, ad esempio, sono ideali per purificare i cattivi odori, mentre i filtri antigrasso svolgono la funzione di assorbire lo sporco e l’unto.

Il condotto per l’aspirazione dei fumi può essere completamente coperto dall’anta oppure lasciato a vista.

CAPPE DI DESIGN

Anche per la cappa il design gioca un ruolo determinante nella scelta di quella adatta per la propria cucina.

Ad oggi ce ne sono di molteplici tipologie per rispondere a tutti gli stili e gusti.

Queste possono essere installate a parete, ad angolo o a soffitto sopra a un piano cottura a isola

Le cappe integrate al piano cottura richiedono un’adeguata dimensione del piano e dello spazio disponibile per l’incasso.

Negli ultimi anni sono stati sviluppati dei nuovi modelli di cappa, integrati direttamente nel piano cottura a induzione. La cappa integrata nel piano di cottura non si trova più sopra ai fornelli, quindi, ma in mezzo ad essi.

Rappresenta una soluzione innovativa che permette di ottimizzare lo spazio senza sacrificare la funzionalità.

Come capire quindi quale cappa da cucina acquistare? La risposta dipende da molti fattori. In generale possiamo affermare che la scelta andrebbe fatta tenendo conto in primo luogo delle dimensioni della cucina oltre che la classe di efficienza energetica e le funzioni.

Se hai una cucina molto grande, un open space o semplicemente cucini spesso e per tante persone, allora dovresti optare per una cappa abbastanza grande che garantisca alte prestazioni in termini di capacità di aspirazione e filtraggio dei fumi.

In caso di cucine piccole, opta per cappe compatte capaci di garantire alte prestazioni.

 

E tu hai già scelto la cappa per la tua cucina?

Contattaci senza impegno per una consulenza gratuita. 

Telefono: +39 02 92141557

Indirizzo: Via Torino, 15, Cernusco sul Naviglio

 

×

Benvenuto!

Puoi chattare con un nostro arredatore comodamente su WhatsApp. Cosa aspetti?

× Come possiamo aiutarti?